Promo

Rappresentanti d’Istituto: collaborare per studiare meglio

Foto di Giulia Tassini

Anche al Liceo Pertini si sono svolte le elezioni per la componente studentesca del Consiglio d’Istituto, l’organo collegiale in cui trovano rappresentanza docenti, studenti e genitori che si occupa della gestione e del funzionamento della scuola in collaborazione con Presidenza e Vicepresidenza. A risultare eletti nelle votazione del 24 ottobre 2019 sono stati Giorgia Callea, Luca Matteotti, Matteo Verbo e Irene Marino, esponenti rispettivamente la prima e il terzo della lista Futuristic, but realistic e il secondo e la quarta della lista Youth. In particolare, Luca e Giorgia si ritrovano a collaborare per la seconda volta, essendo stati già eletti lo scorso anno in due liste differenti. Nella Consulta Provinciale degli Studenti sono stati eletti Nello Berardo, al suo terzo anno da rappresentante, e Nicola Giordano.

Come da tradizione ormai consolidata, il nostro giornale intervista i rappresentanti d’Istituto, per sondare le loro aspettative, i loro sogni e i loro programmi.

Da sinistra: Luca Matteotti, Irene Marino, Giorgia Callea e Matteo Verbo. Foto di Giulia Tassini

Luca e Giorgia, voi siete al secondo anno di rappresentanza e di collaborazione. Come pensate sarà quest’anno, anche alla luce della vostra esperienza precedente?

Luca: come l’anno scorso, cercheremo naturalmente di collaborare e di non confondere i nostri problemi personali con la scuola. Anche l’assemblea di oggi, per esempio, è andata bene.

Giorgia: avevamo punti diversi e cercheremo di portare avanti entrambi i nostri programmi, partendo dai punti più fattibili. Sicuramente c’è molto impegno da parte nostra, a prescindere dalla differenza tra le due liste.

Matteo e Irene, voi siete invece alla prima esperienza come rappresentanti: cosa vi aspettate da quest’anno?

Irene: auspico davvero molta collaborazione tra le liste, a differenza di quanto dicevano, che saremmo stati separati. Non penso che sarà complicato star bene insieme, io personalmente mi sento capace di organizzarmi. Con Luca mi trovo molto bene, ma anche con Giorgia e Matteo, come si è anche visto in assemblea.

Matteo: non vedo alcun problema nel collaborare con Luca e Irene, anche perché ci siano trovati bene fin da subito. Potrebbe essere più complesso assemblare i punti…

Provenendo da due liste diverse, con programmi diversi, pensate che troverete dei punti in cui convergere e sui quali costruire l’anno?

Irene: la fortuna è che tutti i nostri punti mettono al centro gli studenti, pertanto possono essere messi bene insieme e realizzati bene. Cercheremo di metterli in pratica tutti, considerando che abbiamo un anno a disposizione. Comunque ribadisco che ci siamo trovati bene come liste, Giorgia e Matteo sono molto collaborativi e le due liste potranno combaciare.

Luca: non credo ci siano dei punti che non si possano raggiungere. Come abbiamo sempre detto, cercheremo di fare il massimo.

Giorgia: partiremo di certo dai punti più fattibili, dai quali comunque si può migliorare la scuola. Partendo dalla carta igienica e il sapone, fino a cose più grandi richieste dagli studenti, noi cercheremo di rispondere alle loro esigenze in modo adeguato. Speriamo che anche dalla parte degli altri ci sia lo stesso impegno e che gli studenti partecipino attivamente alla vita della scuola: noi ce la metteremo tutta.

Matteo: vorrei ribadire che tenteremo di portare avanti tutti i punti di entrambe le liste; comunque sono punti che combaciano, non c’è nessun punto in contrasto con altri, sono molto simili. Li aggregheremo e cercheremo di portare a termine tutto.

Irene: diciamo che in fondo anche se i punti sono diversi l’obiettivo è sempre lo stesso, far stare bene tutti qui dentro.

Complimenti e tanti auguri, ragazzi, da parte di tutta la Redazione di Res Novae!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.