Promo

Liceo “Pertini”: gli alunni “speciali” danno i loro lavoretti in beneficenza

L’inclusione e la voglia di condividere sono temi all’ordine del giorno al Liceo “Sandro Pertini” di Ladispoli. Il mese di dicembre vede protagonisti alunni e docenti uniti per una nobilissima causa: la beneficenza. A tale scopo sono stati realizzati dei lavoretti dai ragazzi “speciali” dell’Istituto, supportati dai docenti di sostegno, facenti capo alla referente Prof.ssa Natalia Volgarino.

Sono stati fondamentali il supporto e l’organizzazione di tutto i corpo docente, che è riuscito a ritagliare del tempo dalle proprie lezioni per portare gli alunni al mercatino, a fare una piccola donazione o ancora, semplicemente, a mostrare la propria vicinanza ai compagni di classe che rendono ancora più speciale il loro anno scolastico e la loro esperienza di crescita e di confronto. Tutti gli studenti hanno potuto e potranno partecipare a questo laboratorio artistico: in cambio di una piccola offerta potranno portare a casa questi manufatti, dando così il loro contributo. Il ricavato sarà devoluto al Nemo Institute Of Neuromuscular Research (NINer) del Policlinico “Agostino Gemelli”, che lo impiegherà per la ricerca in ambito pediatrico sulle malattie neuromuscolari, quali la SMA e le Distrofie Muscolari.

Questa esperienza ha reso possibile l’incontro concreto di diverse realtà sociali e culturali, mettendo in pratica la vera cultura dell’inclusione, anche al di fuori del contesto classe. Un ringraziamento va al Dirigente Scolastico, Prof.ssa Fabia Baldi, sempre disponibile ad accogliere e supportare le cause che riguardano tematiche sociali e di aggregazione.

Prof e alunni insieme. Al centro, la Preside Fabia Baldi
La Prof.ssa Natalia Volgarino con Ghassan Khalifa
Il Prof. Sirio Gatti con Ghassan e Nello Berardo
Alessia Zicca e a destra Sophie Schemil
La Prof.ssa Francesca Balestrieri ed Emanuele Proietti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.