Scientology: setta o religione?

Scientology è ufficialmente un movimento religioso che nasce negli anni Cinquanta, ad opera di Lafayette Ronald Hubbard, uno scrittore di fantascienza. “Scientology offre un preciso sentiero che conduce a una completa e sicura comprensione della vera natura spirituale dell’individuo e della sua relazione con sé stesso, con la famiglia, con i gruppi, con l’umanità, con tutte le forme di vita, con l’universo materiale, con l’universo spirituale e con l’Essere Supremo”: queste è la definizione fornita dal sito online ufficiale. La dottrina principale è la credenza nel thetan, ovvero la fonte della vita stessa: l’anima.

I thetan rinascono in nuovi corpi tramite il processo dell’assunzione, simile alla reincarnazione. L’individuo deve raggiungere lo stato di “Clear”, uno stato raggiunto tramite l’auditing che rappresenta un essere che non ha più la propria mente reattiva, fonte nascosta di comportamenti irrazionali, paure irragionevoli, turbamenti e insicurezze. Senza mente reattiva, le persone riacquistano la loro personalità fondamentale e l’autodeterminazione. 

In Italia sono presenti alcune sedi a Brescia, a Milano e in altre città del Nord, con un totale di circa 10.000 membri. Alcuni dei membri più accaniti sono gli attori John Travolta e Tom Cruise: si pensa che quest’ultimo abbia addirittura rinunciato al suo matrimonio con Nicole Kidman perché l’attrice aveva tentato più volte a convincerlo ad abbandonare questa religione.

Un palazzo di Scientology a Hollywood. Fonte immagine: Wikipedia

Per entrare a farne parte bisogna sottoporsi a un test della personalità, anche online, studiare gli scritti principali (soprattutto il libro di Hubbard Dianetics: la Forza del Pensiero sul Corpo) e disporre di un cospicuo conto in banca: per passare di livello (in tutto 8 come le punte della croce di Scientology) bisogna infatti pagare ingenti somme di denaro, anche fino ai 150 mila euro. Tutt’oggi molti aspetti di questa religione rimangono ignoti e piuttosto ambigui. Di fatto l’organizzazione di Scientology ha dovuto affrontare diverse accuse di essere un’associazione a delinquere o altre, anche molto gravi, da parte di ex seguaci che raccontano di danni emotivi e rovina finanziaria.

Una donna statunitense ha fatto causa a questo movimento accusandolo di traffico di esseri umani, abuso di minori e sfruttamento lavorativo. Una volta entrati c’è solo spazio per lavorare, a tutte le età e a tutte le ore, e il tempo per le attività personali è praticamente assente, così come quello da dedicare ai familiari. Questa donna ha riferito di essere stata soggetta a un programma di isolamento dopo che era venuta a conoscenza dei problemi coniugali tra David Miscavige, attuale leader di Scientology, e sua moglie. Tuttavia tutte queste accuse sono state smentite nei tribunali diverso tempo fa.

Simonetta Po, ex seguace, ha divulgato diverse informazioni, affermando che questa organizzazione tende a esercitare un forte controllo sulla persona, inducendola ad obbedire ciecamente ai pensieri di Hubbard ed estorcendo enormi sommi di denaro da “donare” alla religione. La stessa organizzazione rifiuta di essere considerata una setta, ed è addirittura riuscita ad ottenere il riconoscimento del proprio carattere religioso in alcuni paesi come Stati Uniti, Australia e Inghilterra. In molti altri però, soprattutto nei Paesi europei, non gode del riconoscimento di religione vera e propria. In effetti, mancando un concetto di un Dio e non richiedendo di avere fede in esso, secondo molti non può essere considerata una religione, ma piuttosto un culto o, più inappropriatamente, una setta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.